Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Doctor Strange 2, un salto nel Multiverso

Doctor Strange 2 (Doctor Strange nel Multiverso della Follia) è un film equilibrato sia nel “fan service” sia nello stile. Continua così Marvel.

Doctor Strange 2 è – attualmente – il miglior prodotto della Marvel, durante questa fase 4. Un particolare merito va a Raimi. Il suo tocco si sente.

Con questa pellicola, finalmente, si tocca direttamente il tema del Multiverso – già affrontato, supper parzialmente, in Spider-Man: No Way Home.

screenweek

Stephen Strange fa terribili incubi, in cui un suo alter ego fugge con una ragazzina in uno scenario surreale. I due cercano di raggiungere un arcano libro bianco, ma un demone vuole invece prendere il controllo della ragazza e rubarle i poteri transdimensionali – uccidendola nel mentre. Quando si risveglia, Strange si reca al matrimonio della sua amata Christine con un altro uomo. Il mago cerca – con scarso successo – di nascondere il proprio dolore e, quasi per fortuna, arriva a toglierlo d’impiccio un enorme mostro che insegue la stessa ragazzina del suo sogno. Strange e Wong fanno così la conoscenza della giovane: America Chavez, che dovranno proteggere da una minaccia nascosta nel multiverso. In cerca di aiuto, il mago si reca così da Wanda Maximoff, la potentissima Scarlet Witch.

Purtroppo per Strange, però, quella minaccia nascosta si rivelerà essere la stessa Wanda – intenzionata a raggiungere i figli suoi (di una delle sue alter ego), presenti in uno dei tanti universi alternativi.

grottaglie in rete

ll nuovo titolo Marvel – ancora presente nelle sale (articolo scritto il 15/05/2022) – è stato largamente apprezzato dal pubblico: ottiene un 7,6 su IMDB.

Come scritto nell’incipit di codesto testo, un particolare merito va al regista Sam Raimi – colui che fece la trilogia di Spiderman con Tobey Maguire. Il film, infatti, presenta particolari dettagli stilistici a tema horror – proprio voluti dal regista – che rendono il film a tratti ‘spaventoso’ e con una grande cura sull’inserimento della suspance tipica dei film di paura.

Il film, ovviamente, lascia allo spettatore dei dubbi – dopo la visione. Questi, forse, saranno chiariti nel sequel, già annunciato nel post credit.

La pellicola, a parer discordanti, forse, pecca un po’ nel ‘fan service’ a causa di presenze mancanti (Iron – Man, come molti speravano). Questa ed altre assenze – sognate dai fan- tuttavia, non vanno ad influire sul prodotto finale ed i Cameo, presenti nell’universo parallelo dove si svolgono i fatti centrali, sono un buon ‘compromesso’.

Per nuovi articoli: RassegnaSerale

Fonte immagine in evidenza: Orgoglio Nerd

Pro

Contro

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks