Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Tattiche d’amore, film colmo…stra-colmo di cliché

Tattiche d’amore, un film ‘spugna’ – impregnato al massimo livello – di cliché. Carino si, ma altamente banale nel suo complesso.

Tattiche d’amore è la nuova pellicola targata Netflix che affronta il tema della ‘battaglia’ tra uomo e donna su come fare innamorare l’altra parte di sé. Peccato, però, che il film è stra-colmo di cliché.

Scritto da Pelin Karamehmetoglu e diretto da Emre Kabakusak, la storia ruota attorno all’affermata stilista Asli ed il don Giovanni Kerem in quello che si presenta un gioco di conquista. La prima è disincantata e razionale all’amore tanto da curare giornalmente un blog nel quale dispensa consigli e metodi infallibili per far innamorare gli aspiranti partner delle sue numerose lettrici. Il secondo, è il tipico uomo da “1 donna a sera”.

kaleidoverse

La sfida tra i due ‘parte’ proprio da una lettrice del blog di lei: l’obbiettivo è far provare quegli stessi consigli sulla pelle della blogger, cercando così di conquistare un uomo mettendo in pratica il sistema.

Lui, invece, avvia la sfida per gioco contro i suoi amici che lo reputano “troppo poco serio” per capire qualcosa dell’amore vero.

I due si ritrovano, guarda caso, a conoscersi meglio in un viaggio di lavoro, punzecchiandosi a vicenda e giocando con i sentimenti dell’altro/a in una sorta di reciproco fraintendimento, in cui le coincidenze e le manomissioni scardineranno tutti i presupposti iniziali.

fashionsoaptv

Il titolo, è stato apprezzato dalla critica con un punteggio ‘assurdo’: l’IMDb – al momento della stesura dell’articolo – segna 10.

Questo punteggio, appare un tantino ridicolo e – forse – esagerato. Il film risulta essere, tirando le somme, un banale film per teenager in preda agli ormoni della pubertà. Pieno, fin dall’inizio, di cliché che fanno intendere ogni possibile nuova ‘svolta’ prima ancora che questa avvenga veramente. E’ un titolo adatto alle lettrici dei romanzi rosa, delle amanti delle soap-pomeridiane, del lieto fine e della parentesi d’evasione senza troppe pretese.

Una nota di ‘differenza’ – o meglio di ‘inaspected’ – lo si può trovare in due scene specifiche: una, è la sfuriata dell’amica di Asli. Un linguaggio da ‘scaricatore di porto’ con tante censure, in un film smielato è qualcosa che crea un senso di smarrimento in chi guarda. Il secondo momento ‘inaspettato’ avviene quando si scopre che Kerem, precedentemente alle vicende narrate, ha ‘spezzato il cuore’ di una delle amiche di Asli. Quest’ultima – a causa di ciò – si vendicherà provocando solo altri guai – che si risolveranno alla fine del film; ciò, però, risulta facilmente intuibile.

Tattiche d’amore, in conclusione, è un film da vedere in compagnia della propria partner/del proprio partner con una cioccolata in mano, in una serata di pioggia. Film, carino ma non oltre.

Per news, recensioni ed altro: RassegnaSerale

Fonte immagine in evidenza: Kaleidoverse

Pro

Contro

Fondatore della pagina. I miei interessi principali sono la tecnologia, la scienza e gli anime. Il mio obbiettivo? Trasmettere la mia passione ai miei visitatori.

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks