Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

DAZN, stop doppia utenza. Molte minacce di disdetta

DAZN fa ancora parlare di se, stop doppia utenza. Questa decisione inaspettata, in particolar modo in corso della stagione, ha scatenato l’insofferenza degli utenti che minacciano disdette.

DAZN, fa ancora parlare di se. Non bastavano le critiche per il servizio a singhiozzo e la rotellina a disturbare le partite. Da Dicembre sarà possibile vedere le partite di Serie A trasmesse su un dispositivo soltanto e non più su due, com’è stato finora per chi ha un abbonamento. Stop doppia utenza in parole semplici.

Secondo quanto emerge dalle comunicazioni rilasciate dalla piattaforma, tale decisione ha come obiettivo quello di dare un freno a tutti coloro che hanno l’abitudine di dividere il costo mensile della piattaforma – che detiene i diritti fino al 2024 del campionato di Serie A.

Questa decisione, inaspettata, in particolar modo in corso della stagione, ha scatenato l’insofferenza degli utenti che minacciano disdette. Immediate, inoltre, sono state le denunce dal Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori” (CODACONS) ed Adiconsum.

 Il Codacons ha deciso, infatti, di presentare un esposto all’Autorità per le comunicazioni ed a quella per la concorrenza (Antitrust) affinché si accerti la correttezza dell’operato della società.

Qualora la decisione venisse confermata, si potrebbe profilare un danno per quegli utenti che hanno attivato abbonamenti sulla base di condizioni su cui ora Dazn fa marcia indietro “sanzionando qualsiasi violazione delle disposizioni in tema di contratti”.

Adiconsum chiede, a sua volta, in particolare, ad Agcom già da 3 mesi di:

  • estendere il già esistente accordo per bar e ristoranti che permette la visione di tutte le partite del campionato anche in 4k su piattaforma satellitare anche ai consumatori;
  • verificare tutte le condizioni di contratto previste da DAZN, comprese quelle per le ricaricabili e farle modificare nelle parti che non garantiscono i diritti del consumatore come: l’istituzione del servizio clienti telefonico, le modalità di reclamo e recesso e la partecipazione alle conciliazioni;
  • analizzare le modalità che DAZN prevede per le aree a bassa connessione con sistemi che garantiscano l’inclusione dei cittadini senza elevare i costi;
  • intervenire e regolamentare le modifiche unilaterali.

Per altre news: RassegnaSerale

Fonte copertina: ISPAZIO.NET

Pro

Contro

Fondatore della pagina. I miei interessi principali sono la tecnologia, la scienza e gli anime. Il mio obbiettivo? Trasmettere la mia passione ai miei visitatori.

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks