Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Lockdown e vaccinazioni, la situazione Stato per Stato

Da mesi i contagi da Covid-19 sono aumentati in maniera vertiginosa in molti Stati del mondo. Misure rafforzate per i no-vax ed inizio della somministrazione della terza dose. Analizziamo la situazione Stato per Stato.

Austria

E’ lo Stato che sta facendo discutere più tutti. Ecco che da lunedì 8 novembre manderà in ‘lockdown’ le persone non vaccinate. La decisione d’urgenza è stata annunciata dal cancelliere Alexander Schallenberg. Il governo austriaco, alla luce dell’esplosione di contagi, ieri ben 9.388, ha anticipato le tappe senza attendere l’aumento delle terapie intensive che erano il ‘metro’ per applicare le restrizioni. Solo le persone vaccinate o guarite potranno accedere nei ristoranti, bar, pasticcerie, nelle strutture alloggiative (dagli ostelli agli hotel). Ancora, solo per loro, porte aperte nei parrucchieri e nei centri d’estetica ed agli eventi. La ‘Regola delle 2-G’ varrà anche per le visite negli ospedali e case di cura.

La Repubblica
Regno Unito

Dopo il rialzo dei contagi nei mesi scorsi, il governo ha accelerato sulla terza dose del vaccino, che ha visto un miglioramento sia nel calo dei contagi, che sulla pressione delle terapie intensive.

Malta

Malta, che con il 94% è lo Stato col più alto tasso di vaccinazioni complete nel continente, ha annunciato che le terze dosi saranno «gradualmente estese a tutte le persone sopra i 12 anni di età».

Germania

Registra una preoccupante impennata di casi ed annuncia la terza dose per tutti, a sei mesi dalla seconda somministrazione. Colpita dalla ‘quarta ondata’, Berlino annuncia una nuova fase generalizzata della campagna di prevenzione, accompagnata da una linea dura verso i no-vax.

Il presidente della Turingia, Bodo Ramelow, inoltre, ha minacciato di non curare più chi non accetterà la somministrazione del siero, qualora dovesse salire eccessivamente la pressione sulle strutture sanitarie.

Il Meteo
Europa Orientale

Allarmante resta il livello dei contagi in Europa orientale e nei Balcani ed anche in Russia, dove i tassi di vaccinazione sono i più bassi del continente – con picchi negativi intorno al 30% in Romania e Bulgaria. Con 6.932 nuovi casi in 24 ore, la Croazia ha superato il suo record negativo di infezioni giornaliere ed ha annunciato il ritorno di limitazioni per gli eventi pubblici ed un rafforzamento del green pass. Lo Stato dell’Islanda, dal canto suo, ha annunciato una nuova stretta.

Italia

Nella settimana appena trascorsa, 1-7 novembre 2021, continuano a salire i contagi da Covid-19. La curva, tuttavia, rallenta rispetto alle settimane precedenti. Oltre 2 milioni di persone hanno già ricevuto la terza dose. Molte regioni rischiano la zona gialla.

Brasile

Diminuiscono i contagi, a Rio de Janeiro i ricoverati sono ai minimi storici da inizio pandemia.

Cina

Dopo l’aumento dei casi, il governo continua ad esortare i cittadini a fare “scorta di beni di prima necessità”.

Per news, recensioni ed altro: RassegnaSerale

Fonte immagine in evidenza: Focus

Pro

Contro

Fondatore della pagina. I miei interessi principali sono la tecnologia, la scienza e gli anime. Il mio obbiettivo? Trasmettere la mia passione ai miei visitatori.

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks