Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

I talebani annunciano la conquista del Panjshir

I talebani annunciano la presa della Valle del Panjshir, l’ultima roccaforte della resistenza afgana al nuovo governo. A riferirlo è il portavoce talebano Zabihullah Mujahid, annunciando, quindi, la fine della guerra.

I talebani, da giorni, assediavano la valle del Panjshir l’ultima roccaforte della resistenza al nuovo governo. Quest’ultima, dopo duri scontri, è stata espugnata.

Con una serie di video su social media, i talebani hanno festeggiato la caduta del capoluogo del Panjshir e hanno invitato chiunque abbia intenzione di continuare a nascondersi sulle montagne ad uscire allo scoperto.

“Chiunque prenda le armi verrà considerato nemico del Paese e del suo popolo” ha dichiarato in una conferenza stampa Zabihullah Mujahid,. L’intenzione sarebbe quella di lavorare per un “Afghanistan stabile, islamico e responsabile

Vari portavoci del Panjshir hanno smentito le dichiarazioni dei talebani, riferendo di “essere presenti  in tutte le posizioni strategiche della valle per continuare il combattimento”.

La resa del Panjshir coincide con l’inizio della visita del segretario di Stato americano, Antony Blinken, in Qatar. Lo stato ha, difatti, accolto 55mila profughi evacuati dall’aereo degli Stati Uniti ed è considerato uno degli alleati regionali più stabili, dopo la presa di Kabul.

Il Panjshir sembrava, d’altronde, imprendibile: è rimasto inviolato durante tutti i conflitti che hanno attraversato l’Afghanistan, dagli anni 70, e non soltanto durante gli ultimi vent’anni di occupazione americana.

Tra i vari sforzi degli occidentali per ristabilire un minimo di ordine, vi è quello di far evacuare gli afghani rimasti, coinvolgendo la Turchia per far riaprire l’aeroporto.

Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, nel frattempo, ha confermato l’intenzione di far “ricollocare nei prossimi giorni l’ambasciata che avevamo a Kabul qui a Doha, in Qatar, insieme ai nostri alleati. Il Qatar è stato fondamentale per i colloqui negli ultimi anni”. 

“In queste ore come governo stiamo cercando di collaborare con i Paesi confinanti dell’Afghanistan sul rischio terrorismo e sul sostegno agli sfollati che stanno riempiendo i campi profughi in Pakistan, in Iran e nei Paesi del Nord. Vogliamo costruire una maggiore collaborazione con le nostre intelligence per evitare che nei flussi di sfollati ci possano essere elementi riconducibili a cellule terroristiche”, ha affermato Di Maio.

Per altre news: RassegnaSerale

Fonte Copertina: Affari internazionali

Pro

Contro

Fondatore della pagina. I miei interessi principali sono la tecnologia, la scienza e gli anime. Il mio obbiettivo? Trasmettere la mia passione ai miei visitatori.

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks