Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Mondiali Qatar: Premier, Liga e Serie A contro la Fifa.

Mondiali Qatar: Premier, Liga e Serie A contro Fifa. I club temono il complicarsi della stagione se lasciano partire i propri giocatori.

I Mondiali Qatar rischiano il boicottaggio dovuto alla rivolta da parte dei club contro la Fifa. Il torneo per la prima volta si disputerà in inverno. La data prefissata va dal 22 novembre al 18 dicembre.

I vari club dovrebbero rinunciare ai propri giocatori complicando non poco il già fittissimo calendario della stagione. Da ciò, dunque, scaturisce la rivolta dei vari club.

Ad aggravare maggiormente la situazione e’ il Covid-19. La preoccupazione delle società è quella di dover mandare in giro per il mondo i propri giocatori, impegnati nei match di qualificazione, per poi riaccoglierli positivi al Covid e costretti, dunque, a finire in quarantena indisponibili per campionati nazionali e coppe.

A guidare la rivolta, in primis, e’ il Liverpool, sponda Reds, che ha deciso di negare all’Egitto la convocazione di Momo Salah. Successivamente si sono uniti alla rivolta La Premier League, la Liga spagnola e infine la Serie A.

Quest’ultima ha infatti diramato un comunicato ufficiale in cui si schiera dalla parte dei club che non possono privarsi di giocatori di prima fascia a causa delle restrizioni anti Covid:

 «La Lega Nazionale Professionisti Serie A comunica che, in occasione della finestra Fifa di settembre 2021, sosterrà in ogni sede la decisione delle proprie squadre di non rilasciare i calciatori convocati dalle rappresentative nazionali per giocare in Paesi, al cui rientro in Italia, sia previsto l’isolamento fiduciario in ottemperanza alle disposizioni di legge vigenti in materia di coronavirus».

Ma Gianni Infantino, presidente della Fifa, non e’ dello stesso avviso. Ha lanciato un appello rivolgendosi anche a Downing Street, prima di passare ad azioni più forti, e ha dichiarato:

«Il rilascio dei giocatori nelle prossime finestre internazionali è una questione di grande urgenza e importanza. Sono grato per il sostegno e la cooperazione di molti protagonisti in questo periodo difficile. Chiedo una dimostrazione di solidarietà da parte di ogni associazione membro Fifa, di ogni Lega e di ogni club, per fare ciò che è giusto e corretto. Molti dei migliori giocatori del mondo competono nei campionati di Inghilterra e Spagna e Italia, e crediamo che questi Paesi condividano anche la responsabilità di preservare e proteggere l’integrità sportiva delle competizioni in tutto il mondo».

Infine ha accennato alla fase finale di Euro 2020 riguardo proprio le misure anti covid. Difatti vennero concesse delle esenzioni, pur di non rinunciarvi.

«Sulla questione delle restrizioni di quarantena in Inghilterra, per i giocatori che tornano dai Paesi della lista rossa, ho scritto al primo ministro Boris Johnson e ho chiesto il sostegno necessario, in particolare, in modo che i giocatori non siano privati della possibilità di rappresentare i loro Paesi nelle partite di qualificazione per la Coppa del Mondo, che è uno dei massimi onori per un calciatore professionista. Ho suggerito un approccio simile a quello adottato dal governo britannico per le fasi finali di Euro 2020 per le prossime partite internazionali».

Lo scontro fra Club e FIFA è appena iniziato, con la Fifa che dovrà dimostrare di essere più forte dei suoi membri.

Fonte Copertina: Calcio e Finanza

Per altre news: RassegnaSerale

Pro

Contro

Fondatore della pagina. I miei interessi principali sono la tecnologia, la scienza e gli anime. Il mio obbiettivo? Trasmettere la mia passione ai miei visitatori.

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks