Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Immagini pedopornografiche, scansione dei dispositivi.

Immagini pedopornografiche, Apple attraverso un sistema collegato con la polizia ha intenzione di scansionare i dispositivi degli utenti.

Apple ha annunciato che attraverso i prossimi aggiornamenti introdurrà nei suoi device un meccanismo per individuare immagini pedopornografiche.

Tale sistema analizzerà tutte le immagini che i possessori di dispositivi iOS o iPadOS caricheranno su iCloud Photos.

Quest’ultime saranno confrontate con le immagini all’interno di un database di fotografie pedopornografiche fornite da organizzazioni che si occupano di sicurezza dei bambini.

Apple ha garantito che questa analisi non avverrà online, ma direttamente sui dispositivi. 

Il confronto sarà possibile grazie ad un doppio processo crittografico che trasforma il database di immagini pedopornografiche note in stringhe di testo. Tale stringa sarà già presente all’interno dei nuovi sistemi operativi.

Le immagini che risulteranno simili a quelle presenti nel database verranno etichettate al device direttamente, fornendo cosi una segnalazione ad Apple.

La stessa Apple si accerterà manualmente del confronto delle foto etichettate, in questo caso l’account dell’utente verrà chiuso e scatterà la segnalazione alle autorità dell’NCMEC. (Centro nazionale per i bambini scomparsi e sfruttati)

METEOWEEK.COM

Apple ha presentato questa novità garantendo la massima protezione della privacy degli utenti. Secondo quanto dichiarato dall’azienda: «non ha accesso in alcun modo alle immagini che non risultano simili a quelle del database pedopornografico» e «non può accedere ai metadati delle immagini segnalate finché non viene raggiunta la soglia per un account».

Oltre al nuovo software, l’azienda inserirà in Message un nuovo strumento basato sull’intelligenza artificiale che scansionerà i messaggi e avvertirà ragazzini e adulti se stanno ricevendo o inviando foto sessualmente esplicite.

Siri sarà capace, inoltre, di reindirizzare chi chiede aiuto per un abuso sul sito dove potrà farlo.

Per quanto Apple garantisca totale osservanza della privacy dei suoi utenti, tra gli esperti di privacy ci sono comunque perplessità per il fatto che il sistema potrebbe essere ampliato per scansionare i telefoni, più in generale, alla ricerca di altri contenuti come quelli politici.

TV100

A scontrarsi contro la posizione assunta da Apple e’ WhatsApp, app di messaggistica istantanea appartenente al gruppo di società per azioni Facebook.

La compagnia critica a livello tecnico il metodo scelto da Apple per contrastare il fenomeno.

Il capo dell’App ha liberamente dichiarato: “Invece di rendere più facili le segnalazioni dei contenuti, Apple ha creato un software che scansiona tutte le foto private. Questa non è privacy.”

Lo stesso Jennifer Granick, consulente per la privacy e la sicurezza informatica ha così commentato: “Anche se effettivamente limita la diffusione della pedopornografia, per quanto altruiste siano le sue motivazioni, Apple ha costruito un’infrastruttura che potrebbe essere sovvertita per una sorveglianza diffusa delle conversazioni e delle informazioni che conserviamo sui nostri telefoni“

Altre sono le compagnie della Silicon Valley che non hanno gradito il modo “solitario e personale” di combattere il fenomeno della pedopornografia da parte di Apple, soprattutto quando e’ ormai noto che i governi come UE e Regno Unito stanno lavorando ad una legislazione che imporrebbe alle società tecnologiche di limitare la diffusione della pornografia infantile.

Differente e’ quindi la posizione dei governi, che hanno invitato le compagnie tecnologiche ad adottare soluzioni simili.

Fonte immagine: GRANDUCATO

Pro

Contro

Fondatore della pagina. I miei interessi principali sono la tecnologia, la scienza e gli anime. Il mio obbiettivo? Trasmettere la mia passione ai miei visitatori.

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks