Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Attacco hacker al CED Regione Lazio

Da ieri è in corso un pesante attacco hacker contro il Ced della Regione Lazio. Disattivati il Portale Salute Lazio e la Rete Vaccinale.

La polizia postale ha avviato le indagini per individuare i responsabili dell’attacco che ha paralizzato la campagna vaccinale ma anche le attività di tutti gli altri settori, compresi gli appalti pubblici e perfino il sito istituzionale. Gli hacker avrebbero clonato le credenziali di accesso di un amministratore di sistema che non si sarebbe accorto di nulla per introdurre nel Sistema il ransomware.

E’ un attacco senza precedenti che, secondo gli accertamenti, sembra essere giunto dall’estero. Non è stata ancora circoscritta, tuttavia, l’area geografica da cui è partito il malware.

Di esso se ne parlerà lunedì mattina in un Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica dedicato anche alla paralisi del sistema informatico della Regione Lazio e del portale per le prenotazioni e le vaccinazioni.

L’attacco hacker al CED Regione Lazio ha interessato anche il rilascio dei Green Pass. Secondo quanto dichiarato dall’assessore alla Sanità del Lazio, infatti, “ci sarà maggiore lentezza, perché bisognerà farlo a carattere manuale da parte dei nostri operatori”.

Dall’indagine svolta, risulterebbe anche che fra i dati rubati, vi sarebbero quelli del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del Presidente del Consiglio Mario Draghi.

Lunedì mattina, gli investigatori della Postale si recheranno di nuovo nella sede della Regione Lazio – e in particolare nella palazzina C dove si trova il Ced – per acquisire la documentazione.  

Il cryptolocker utilizzato non permette l’uso dei dati di milioni di persone, ma il danno sembra interessare anche quelli presenti nel backup effettuato in automatico al momento dell’attacco. Non si esclude, infatti, che il virus si trovi all’interno delle copie di sicurezza del sistema.

Meridiananotizie

Gli esperti del Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche, in collaborazione con i tecnici locali, sono già a lavoro per ripristinare il sistema, escludendo comunque una qualche forma di riscatto, come affermato in conferenza dallo stesso Zingaretti.

Gli effetti dell’attacco informatico si sono sentiti anche nell’ambito delle attività delle farmacie. In particolare per quel che riguarda i risultati dei tamponi antigenici dei pazienti che si sono rivolti a questo genere di strutture per sapere se avessero contratto o meno il virus. Il blocco dei computer ha impedito fino ad oggi ai farmacisti questo tipo di comunicazione.

Fonte in Evidenza: HDBlog

Pro

Contro

Fondatore della pagina. I miei interessi principali sono la tecnologia, la scienza e gli anime. Il mio obbiettivo? Trasmettere la mia passione ai miei visitatori.

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks