Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

DDL ZAN; Fedez live con il deputato A. Zan, M. Cappato e G. Civati

Fedez torna a parlare del DDL Zan e della legge dell’eutanasia in diretta live su Instagram. Il tutto con il deputato Alessandro Zan, Marco Cappato e Giuseppe Civati. Questa live è stata programmata da Fedez dopo la calendarizzazione in Senato fissata per il 13 di luglio del disegno di legge contro l’omotransfobia. (e la polemica tra Matteo Renzi e Chiara Ferragni). Fedez fin dall’inizio della sua diretta, afferma di non voler entrare in politica insieme a Chiara. Ma affermano di essere dei comuni cittadini che entrano nel dibattito pubblico e di mettere a disposizione la sua piattaforma e la sua utenza per creare dialogo. Il tutto esprimendo un punto diverso, ed il suo, con coscienza civica.

Iniziato il colloquio con Zan, viene fatto un quadro riassuntivo degli eventi che si sono susseguiti soffermandosi sul cambio di direzione di Italia Viva. Il partito di Renzi alla Camera aveva dato pieno appoggio al disegno di legge. Ma dopo varie mediazioni e voti segreti adesso che bisognava votare al Senato ha deciso di cambiare fronte sostenendo l’opposizione schieratasi contro chiedendo un’ulteriore mediazione.

Fedez attacca, in modo velato, il partito di Salvini. Chiede a Zan come sia possibile una mediazione con un partito che appoggia la legge contro gli omossessuali di Orban. Il tutto richiamando anche citazioni a tema omofobico e sessista di alcuni parlamentari.

Zan è intervenuto dicendo che la Lega ha presentato una mediazione in cui toglie l’identità di genere, quest’ultima, consolidata giuridicamente. L’identità di genere è il senso di appartenenza di una persona ad un sesso e ad un genere con cui essa si identifica. Ovvero se si percepisce nel sesso maschile o nel sesso femminile e se si percepisce nel genere maschile, nel genere femminile o in qualcosa di diverso da questi due generi. Zan, a tale proposito, afferma con convinzione che è meglio non avere una legge anziché una legge cattiva che discrimina. Secondo Fedez, Renzi non vuole portare avanti la legge ma essere “il Napoleone condottiero” per mania di protagonismo. Zan a tale affermazione, però, precisa che a Renzi va riconosciuta la forza di volontà di aver approvato la legge sulle unioni civili.

Marco Cappato, a suo modo di vedere, ritiene il compromesso chiesto una eliminazione del cuore della legge che mantiene solo l’aspetto del codice penale. Cappato reputa che le pene previste dal DDL Zan siano uno strumento che non portino al risultato ambito, affermando che la questione dell’identità di genere sia più importante ed irrinunciabile, precisando che il problema risieda nella cultura e negli insegnamenti del rispetto del diverso e non nell’ambito delle pene in sé. L’esponente dei Radicali e dell’Associazione Luca Coscioni crede che il problema dimori nel voto segreto, previsto al Senato, riguardante i temi di coscienza, in quanto la certezza che la legge passi è effettivamente a rischio. Fedez domanda quale sia l’alternativa nel caso il DDL Zan non passi e Cappato risponde dicendo che, se il governo non sarà in grado di risolvere la controversia, è possibile fare ciò tramite un referendum popolare dando parola ai cittadini.

Alla live si aggiunge anche Civati. Egli ritiene che Renzi ha ad occhio altre battaglie legate principalmente alla politica. La domanda che Fedez pone principalmente è dunque perché voler mettere in discussione una legge che lui stesso ha votato e quanto ha influito l’intervento della Chiesa col concordato.

Per Civati l’intervento della Chiesa è da ritenersi inutile riprendendo anche il discordo di Draghi, il quale affermava la laicità dello Stato. Civati è fermamente convinto che la legge sia corretta e giusta da approvare. Zan, in chiusura, vede nei giovani un vanto in quanto questi ultimi, soprattutto in tempo di pandemia attraverso i social, si sono battuti per la legge Zan e per i diritti civili delle persone mettendo in evidenza come questi non siano poi cosi lontani dalla politica, ma anzi molto attivi e vicini.

Fonte immagine copertina: Il Fatto Quotidiano

Pro

Contro

Fondatore della pagina. I miei interessi principali sono la tecnologia, la scienza e gli anime. Il mio obbiettivo? Trasmettere la mia passione ai miei visitatori.

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks