Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

La Repubblica Ceca appoggia Orban sul tema LGBTQ+

La Repubblica Ceca, rappresentata dal Presidente 76enne Miloš Zeman, si schiera al lato dell’Ungheria e appoggia Orban sul tema LGBTQ+. Miloš Zeman, Presidente della Repubblica Ceca, affronta il tema caldo che sta colpendo l’Europa da settimane dei LGBTQ+ con questo pensiero: “Se affronti un’operazione per il cambio di sesso stai sostanzialmente commettendo un crimine autolesionista. E queste persone transgender sono davvero intrinsecamente disgustose per me”.

Netta, quindi, la sua posizione a favore di Orban e della legge Ungherese che ha, oltretutto, difeso a spada tratta: “La legge dell’Ungheria? Non si interferisce negli affari interni di un Paese UE e comunque ha ragione Orban”. Zeman, inoltre, durante l’intervista ai microfoni di Prima News Cnn, ha difeso direttamente Orban dichiarando che egli “non dice di essere contro gli omosessuali, ma di essere contro la manipolazione dei genitori e dei bambini in tema di educazione sessuale. Non ho motivo per non essere d’accordo con lui”.

Fonte foto: Wikipedia

Il Presidente della Repubblica Ceca appoggia Orban e si dice decisamente infastidito da suffragette, movimento Mee Too e Gay Pride di Praga ed afferma, senza giri di parole, che se fosse stato più giovane, avrebbe indetto una grande manifestazione di eterosessuali a Praga. Il tema degli LGBTQ+ ha monopolizzato per settimane i telegiornali, attraverso il dibattito iniziato nel Consiglio Europeo, il Mese del Pride e le varie prese di posizione su questo tema da parte di social e piattaforme varie.

Ricordiamo che in Italia si è acceso lo scontro col Vaticano, quando esso ha impugnato il Concordato criticando il ddl Zan.

Fonte foto: Today

A Bruxelles l’Unione Europea e i suoi leader, compresa l’Italia, si sono schierati contro la nuova legge varata dal Parlamento Ungherese che vieta l’esposizione e la diffusione di contenuti riguardanti l’omosessualità ai minori. Nonostante il fronte unito, tuttavia, vi sono anche delle voci fuori dal coro. Polonia e Slovenia hanno fatto quadrato attorno a Orban. Questa spaccatura ha creato molte discussioni.

La più rumorosa, quella tra Olanda e Ungheria. La prima ha invitato Budapest a fare come il Regno Unito e ad abbandonare il blocco dei 27. L’Ungheria ha respinto l’idea di uscire dall’Unione e il premier Orban ha chiesto di “mostrare più rispetto per gli ungheresi”.

Fonte immagine copertina: SkyNews

Pro

Contro

Fondatore della pagina. I miei interessi principali sono la tecnologia, la scienza e gli anime. Il mio obbiettivo? Trasmettere la mia passione ai miei visitatori.

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks