Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

L’addio di Conte all’Inter mostra il quasi fallimento del progetto Suning?

I nerazzurri approfittano del pareggio per 1-1 dell’Atalanta con il Sassuolo e vincono matematicamente il loro 19/mo titolo tricolore. Il tutto con quattro giornate d’anticipo sulla fine del campionato. Il tecnico se ne va dopo la vittoria dello scudetto. Riceverà una buonuscita pari alla metà degli emolumenti previsti per il terzo e ultimo anno del contratto. L’addio di Conte all’Inter.

Fonte foto: Sky Sport

C’è anche l’ufficialità del club nerazzurro: “FC Internazionale Milano comunica di aver trovato l’accordo per la risoluzione consensuale del contratto con l’allenatore Antonio Conte. Tutto il Club desidera ringraziare Antonio per lo straordinario lavoro svolto, culminato con la conquista del diciannovesimo Scudetto. Antonio Conte rimarrà per sempre nella storia del nostro Club”.

I dirigenti hanno confermato e spiegato il perché della separazione dal tecnico leccese, ribadendo che le ragioni della crisi sono esclusivamente economiche. Hanno soprattutto rassicurato che il progetto rimane ambizioso e che si sta lavorando perché dei top player ne venga sacrificato soltanto uno.

Il club sarà costretto a un ridimensionamento ed un abbassamento del tetto ingaggi. Da qui il divorzio con l’allenatore.

Ed è proprio il ridimensionamento del progetto ad aver portato Conte a lasciare il club, scatenando l’ira dei tifosi nerazzurri e della curva nord.

La stessa curva nord, attraverso degli striscioni, attacca la famiglia Suning: “Zhang prenditi le tue responsabilità o lascia la nostra città”.

Ma se la scelta del coach può essere più o meno condivisibile, l’evidenza dei fatti pone in cattiva luce il progetto Suning rischiando di apparire come un vero e proprio fallimento. L’addio di Conte all’Inter potrebbe apparire come l’apertura del vaso di Pandora, che mostra tutti i problemi interni alla società.

A mostrare segni evidenti di enormi lacune (del progetto) sono stati gli atteggiamenti negli ultimi mesi da parte dello stesso Zhang. Dalla sua sparizione o quasi, ai mancati pagamenti di stipendi e accordi pregressi. Il tutto fino al suo ritorno per festeggiare il Tricolore, vista più come una mossa propagandistica che un atto d’amore per il nerazzurro.

A dare ulteriore conferma della crisi interna al club, è sicuramente il problema finanziario. Il nuovo finanziamento incassato da Oaktree sostanzialmente è un piccolo passo per la salvezza nell’immediato. Ma sembra più un ulteriore debito da assolvere nel futuro. Con il passare del tempo, la società americana potrebbe diventare a tutti gli effetti proprietaria del FC Inter e certificare il fallimento del progetto Suning.

Oaktree garantirà 275 milioni di euro all’Inter sotto forma di finanziamento attraverso Great Horizon, la società di Suning tramite cui il gruppo cinese possiede la maggioranza del club con il 68,55% delle azioni. Quote che saranno utilizzate come pegno per il prestito, con Suning che avrà tre anni per ripagare il prestito.

“Con questo finanziamento, l’azionista continuerà a sostenere FC Internazionale Milano, con l’obiettivo di superare le difficoltà e le opportunità perse durante il periodo di Covid”.

L’utilizzo delle quote dell’Inter come pegno per il finanziamento significa che, nel caso in cui in questi tre anni Suning non rispettasse i parametri o non riuscisse a ripagare l’intera cifra del prestito (insieme agli interessi), Oaktree acquisirebbe la maggioranza del club nerazzurro diventandone proprietaria.

Questa non sembrerebbe la prima volta che il progetto calcistico firmato Suning vede il “fallimento”.

Suning, infatti, era proprietario anche di un altro club calcistico in Cina: lo Jiangsu Suning che, dopo aver vinto il titolo cinese, ha visto il club smantellarsi senza pagare i calciatori e tutto lo staff.

Ad attaccare la società è lo stesso Eder, ex calciatore sia di inter che dello Jiangsu Suning, dopo la notizia dell’addio di Antonio Conte dal club nerazzurro, attraverso il suo profilo twitter.

Fonte foto: calciomercato.it

Eder ha parlato del modo in cui Suning ha trattato gli uomini dello Jiangsu, dai calciatori ai dirigenti passando per i tecnici, e prova a fare una similitudine con quello che sta accadendo in questi mesi e in queste ore all’Inter.

Adesso tocca a Zhang.

Fonte immagine copertina: Mediagol

Pro

Contro

Fondatore della pagina. I miei interessi principali sono la tecnologia, la scienza e gli anime. Il mio obbiettivo? Trasmettere la mia passione ai miei visitatori.

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks