Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

La macchina del tempo di H. G. Wells

La macchina del tempo scritto da Herbert George Wells è un romanzo fantascientifico pubblicato la prima volta nel 1895. Oltre a porre le basi per i racconti fantascientifici sul viaggio nel tempo, si interroga sulla condizione dell’ uomo e sul rapporto che egli ha con la natura.

Il libro

 La storia riguarda un viaggiatore del tempo che discutendo con alcuni scienziati e studiosi, tenta di spiegare in maniera prima teorica e poi pratica, il viaggio nel tempo. Il protagonista ( chiamato il viaggiatore del tempo ) racconta per tutto il romanzo le sue peripezie in un futuro molto lontano raccontando le sorti cui l’evoluzione condurrà l’uomo. Racconta di come in seguito ad alcuni eventi l’umanità si dividerà in due gruppi, con riferimenti che fanno presagire una possibile distinzione tra un ceto borghese e una classe lavoratrice. I primi si stabiliranno sulla superficie avendo una sorta di involuzione e creando una società che in parte richiama Tommaso Moro nella sua isola di utopia, solo che questa viene criticata, poiché ha perso totalmente ogni tipo di capacità di lotta e/o difesa per le condizioni che sopportano. Mentre i lavoratori rifugiati nel sottosuolo hanno subito un’evoluzione fisica, poiché hanno dovuto combattere per sopravvivere alle avversità della natura e dunque si sono dovuti adattare, vengono descritti infatti come molto più robusti e più forti infatti tendono a soggiogare i primi.

Il film

Il  film di  Simon Wells ( il pronipote dell’ autore del libro )  ne riprende parzialmente alcuni passaggi ma si separa dal libro in molti elementi anche fondamentali al fine della trama. Volontariamente infatti il regista cita il libro durante una scena ambientata in una libreria del futuro, nella quale il bibliotecario critica il libro criticando l’infondatezza delle teorie espresse da quest’ultimo e l’impossibilità di viaggiare nel tempo. Il protagonista nel film infatti viaggia nel tempo non per fame di curiosità, bensì per amore di una donna, e viaggia nel futuro per trovare la risposta a una domanda “Perché non posso cambiare il passato ?”.  La cosa interessante è che “ La macchina del tempo”  vedrà un’evoluzione dei personaggi completamente diversa da quella del libro, ma comunque ha un fascino tutto suo e la storia risulta lo stesso ricca di contenuti e piacevole alla visione. Si potrebbe dunque valutare tra il 7 e l’8,  per l’ottima realizzazione, una trama coinvolgente e al punto bonus determinato dall’epicometro che in certe scene vacilla dal 70 al 85% grazie a musiche e inquadrature mozzafiato.

La macchina del tempo
Fonte: Nerdplanet

Pro

Contro

Fondatore della pagina. I miei interessi principali sono la tecnologia, la scienza e gli anime. Il mio obbiettivo? Trasmettere la mia passione ai miei visitatori.

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks