Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Nikola Macura, l’uomo che trasforma le armi in strumenti musicali.

Lancia un fortissimo messaggio l’artista serbo Nikola Macura, capace di convertire le armi dei conflitti Jugoslavi in chitarre, percussioni, violoncelli.

E’ un interessantissimo contrasto che parte da una base puramente ideologica: quel rumore assordante della guerra sovrastato dal potere del bello, dell’arte, dalla piccola ma inarrestabile forza dell’uomo che intende reagire e di questo, Macura intende farsi portavoce, estraendo dal male il bene, dai colpi le note, mostrando al contempo ed implicitamente uno dei tristi simboli del suo tempo. “Ho voluto dare a questi oggetti una nuova prospettiva” afferma, invitando a “fare la musica, non la guerra”.

E’ cosi che da mesi, il professore dell’Università di Belle Arti di Novi Sad, vede in un Kalashnikov una chitarra, in un mortaio un violoncello, in elmetti e granate un sassofono.

L’arte non deriva necessariamente dalla bravura, bensì dall’espressione, e risulta quindi lampante nel contesto che stiamo esaminando, definire le azioni dell’artista un canto di liberazione.

Pro

Contro

Fondatore della pagina. I miei interessi principali sono la tecnologia, la scienza e gli anime. Il mio obbiettivo? Trasmettere la mia passione ai miei visitatori.

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks