Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Nuove restrizioni in Cina

Dopo le riaperture nel periodo estivo, in Cina tornano le strette per prevenire una terza ondata.

Dopo un periodo di libertà, arco di tempo che tiene conto delle vacanze estive e si conclude con il Natale, in Cina dopo il manifestarsi di un numero di contagiati si teme la terza ondata, soprattutto dopo la scoperta della variante Inglese e Nigeriana, più rapide a diffondersi e meno tracciabili.

Per tale motivo, dopo che Pechino ha registrato un totale di 13 casi confermati, tre nel distretto di Chaoyang, uno a Xicheng e altri nove a Shunyi, diversi eventi previsti per le celebrazioni di fine anno sono stati immediatamente cancellati. Il più grande parco di divertimenti della città, dove doveva tenersi un concerto di capodanno, è stato chiuso e nella capitale non ci sarà nessun countdown.

Sono stati vietati, inoltre, eventi sportivi e fiere. I cinema, le librerie e i musei dovranno operare al 75% della capacità.

Il distretto di Shunyi ha istituito misure da <tempo di guerra> e sta effettuando dei test su tutti i suoi abitanti.

Il distretto di Chaoyang, che confina con Shunyi, ha finito di testare i suoi abitanti e nessuno sembra essere risultato positivo.

A coloro che non hanno ricevuto il tampone non è permesso uscire di casa, ha comunicato l’amministrazione.

A Pechino sono state introdotte misure simili, come anche in molte altre grandi città della Cina.

In totale, la Cina ha riportato 86.955 casi e 4.634 morti, anche se molti esperti ipotizzano che questi dati potrebbero essere largamente sottostimati dai report ufficiali.

Pro

Contro

Fondatore della pagina. I miei interessi principali sono la tecnologia, la scienza e gli anime. Il mio obbiettivo? Trasmettere la mia passione ai miei visitatori.

Share This Post

Like This Post

0

Related Posts

Top Reviews

Create a review to display it here.

Recent Comments

example-380x300-rounded

Editor Picks